martedì

TUTTOBENIGNI 95/96

In un Paese normale sarebbe anacronistico parlare, a distanza di più di 10 anni, di un recital dal vivo in cui la comicità è incentrata principalmente sulla politica. Ma fortunatamente (...) siamo in Italia e ancora oggi si può godere di TUTTOBENIGNI 95/96 senza correre il rischio di non ricordarsi di qualche personaggio citato dal comico toscano.

Cito dal retro del dvd: "Dalla riforma elettorale alla riforma dei Dieci Comandamenti finchè Benigni diventa Dio, si arrabbia guardando l'Italia e proclama il Giudizio Universale anticipato. Nessuno può mancare all'appello: Berlusconi, Craxi, D'Alema, Prodi, Ferrara, Bossi, Fini, Sgarbi, Buttiglione...".

Lo spettacolo è un capolavoro assoluto, merita di essere visto e rivisto 100 volte, non sto neanche a farne una "recensione" (credo che la frase che ho scritto sopra dica tutto...); tuttavia una citazione particolare merita la scena in cui Benigni immagina l'incontro tra Berlusconi e Sgarbi quando l'uno decise di nominare l'altro Presidente della Commissione Cultura, soprattutto alla luce dei recenti episodi (vedi il video qua sotto) e considerando che il cosiddetto critico d'arte è attualmente Assessore alla Cultura del Comune di Milano.


Fra



1 commento:

Anonimo ha detto...

.....fantastico.....